IMG_20190513_072140_327
Comunicati Stampa

RAPPORTO AGRICOLTURA ISTAT 2018: su i costi ma il TRENTINO FA I MIGLIORI NUMERI D’ITALIA

Luci ed ombre dal rapporto agricoltura ISTAT 2018. Appare evidente infatti che gli andamenti relativi dei prezzi della produzione e dei consumi intermedi nel settore agricolo (ovvero i costi del settore) sono in aumento. Prendendo a riferimento un periodo molto ampio (2005-2018) i prezzi alla produzione sono cresciuti meno della metà di quelli dei ricavi, spinti dai rialzi dei prezzi di concimi, energia motrice e mangimi. Ciò ha generato una forbice tra la dinamica dei prezzi dell’input e dell’output di oltre 22 punti percentuali che ha determinato una contrazione dei margini di profitto dei produttori del settore. Nel 2018 i prezzi dei prodotti agricoli venduti sono aumentati solo dell’1,1% mentre quelli degli input intermedi sono cresciuti in misura molto più consistente (+3,9%). Questo andamento è comune a livello europeo: per l’Ue28 i prezzi dell’output sono aumentati dello 0,6% e quelli dell’input del 3,8%.

Fortunatamente a livello regionale sono aumentati il volume della produzione e il suo valore aggiunto. Le migliori performance sono state della Provincia Autonoma di Trento (+19,1% e +25,9%); a seguire il Lazio (+4,3% e +6,7%), l’Umbria (+3,7% e +6,7%), la Toscana (+3,7% e +4,9%) e il Veneto (+2,3% e +4,4%). I risultati più negativi si sono registrati invece per Calabria (-9,4% per il volume della produzione e -12,1% per il valore aggiunto), Molise (-2,6% e -2,3%), Sicilia (-2,6% e -4,2%) e Puglia (-1,0% tanto per il volume della produzione che per il valore aggiunto). I prezzi, misurati dal deflatore della produzione, sono cresciuti in misura moderata, con un aumento marcato solo nella provincia autonoma di Trento e in quella di Bolzano (incrementi superiori al 9,0%). Diminuzioni dei prezzi alla produzione hanno interessato soprattutto Lazio (-3,1%), Calabria (-2,6%) e Liguria.

Diversificazione, connessione col mondo del turismo, marketing e migliorata collaborazione dei settori pubblico e privato: sono questi a mio avviso i fattori che più hanno inciso nel determinare questi preziosi risultati.

Al link sotto trovate il rapporto completo:

Andamento-economia-agricola-2018

 

Screenshot_20190514_142258_com.google.android.apps.docs

Precedente Successivo

Potrebbe interessarti anche