Screenshot_20191001_093958_it.rcs.corrierede
Comunicati Stampa

FLUSSI MIGRATORI, COME SI STA MUOVENDO IL GOVERNO PROVINCIALE?

 

 

E’ notizia di questi giorni, riportata da un importante quotidiano a tiratura regionale e nazionale che la Commissione per il lavoro della Provincia autonoma di Bolzano abbia deliberato affinché la loro Provincia faccia pressing sul Governo nazionale per aumentare il numero di lavoratori stagionali ammesso dal nuovo c.d.  “Decreto flussi”. 

Agricoltura e turismo sono i settori che hanno più bisogno di personale.

In Trentino, l’attuale Governo insiste affermando, in parte anche a ragione, che ci sono molti disoccupati locali da utilizzare. Un’assessora della Giunta ha anche coniato un neologismo tecnico per poter meglio definire, chiamandoli “scaldadivani” ma anche questa tipizzazione, più semantica che organizzativa, non sembra avere determinato risultati sperati. 

Le parti sociali insistono invece sul fatto che vadano promosse politiche che permettano di far incontrare la domanda e offerta per altro proprio come in questi ultimi anni effettivamente è accaduto. 

Nel frattempo, mentre i risultati sperati si lasciano attendere, con la complicità del reddito di cittadinanza nazionale ed una effettiva riduzione dei flussi migratori autorizzati, si staglia, all’orizzonte della stagione turistica invernale con un problema che rispetto all’estate appena trascorsa sembra ripresentarsi in maniera ancora più acuta.

 

tutto ciò premesso si chiede alla Giunta provinciale

 

Che intenda fare in tal senso il governo Provinciale e se sia sua intenzione accompagnarsi alla provincia di Bolzano in questo pressing sullo Stato per risultare maggiormente incisivo anche per la provincia di Trento

Si chiede inoltre cosa sia stato introdotto in termini di novità nel corrente anno per .il miglioramento ed il rinnovo dei servizi relativi al mercato del lavoro, per il rafforzamento della conciliazione e delle pari opportunità, l’Innovazione istituzionale ed infine e soprattutto per il rafforzamento delle competenze della Provincia in questo delicato settore

Precedente Successivo

Potrebbe interessarti anche