IMG_20171209_123727_521-01 (1)
Comunicati Stampa

Prodotti agroalimentari, ambasciatori del territorio, una nuova legge per valorizzarli.

Nuove regole comunitarie in materia di aiuti di Stato hanno mutato la relazione e le possibilità di aiuto agli agricoltori da parte della PAT. Ecco perché risulta strategico sostituire gli incentivi con un coordinamento di iniziative a sostegno dei prodotti agroalimentari del Trentino, attraverso azioni pubblicitarie, promozionali, di commercializzazione, campagne informative al consumatore e programmi di controllo qualità.

Un grande sostegno pubblico può derivare dalle “società in house” o enti strumentali o dipendenti dalla Provincia stessa, cui sia stato attribuito il compito di promuovere le esportazioni, la vendita e la pubblicità a favore dei prodotti del Trentino. Privatamente invece, anche attraverso specifici accordi, sempre con il coordinamento pubblico, il contadino può trovare aiuto dal settore dell’agriturismo ma soprattutto dalla nostra ristorazione di qualità, quella legata al prodotto locale.

In tal senso, il prodotto agroalimentare diventa un ambasciatore del territorio poiché il suo intrinseco valore identitario è in grado di trasmettere non solo ciò che appartiene al suo scopo naturale, quello cioè di nutrire con qualità, ma anche di portare con sé i valori di chi lo ha coltivato e prodotto e dunque quelli del territorio al quale appartiene. Se si considera poi che sulla piattaforma digitale, la reperibilità di questi prodotti può rappresentare un’occasione di intrattenimento e di percorso esperienziale, ben si comprende come ancora una volta il prodotto agricolo ed il suo produttore possano diventare attraverso la narrazione, la vendita e/o la degustazione, un elemento di sistema turistico a pieno titolo.

Si tratta insomma di poter cogliere l’occasione di esportare in Italia e nel mondo l’immagine di un territorio provinciale, quello Trentino, che tra i primi a livello europeo ha trasformato la propria agricoltura da ordinaria e convenzionale a prevalentemente governata da meccanismi di lotta integrata. Per sua natura l’agricoltura possiede inoltre la responsabilità di custodire e gestire il territorio che può così offrire specie nella sua rappresentazione multimediale, l’opportunità di diffondere immagini della nostra terra, in grado di trasmettere valori, emozioni ma soprattutto una forte condizione identitaria. 

Il superamento del concetto del sostegno finanziario diretto ai consorzi avviene dunque scardinando il sistema dei contributi settoriali e generando invece un momento di collaborazione tra il sistema Turismo Trentino, gli enti che lo promuovono e le sue imprese cioè le aziende agricole singole o associate.

Insieme, si vince, da sempre!IMG_20180905_155228-01-01

Di seguito, il DISEGNO DI LEGGE 31 ottobre 2019, n. 35

Prodotti agroalimentari come ambasciatori del territorio

Art. 1

Finalità

Le finalità della seguente legge sono:

a) ottenere e assicurare un elevato livello qualitativo per i prodotti agricoli e alimentari;

b) portare a conoscenza dei consumatori attraverso azioni informative e pubblicitarie l’elevato livello qualitativo, i relativi criteri e le caratteristiche qualitative;

c) promuovere e sostenere il marketing commerciale e la vendita dei prodotti.

Art. 2

Definizioni

  1. Per azione pubblicitaria si intende qualsiasi operazione finalizzata a indurre gli operatori economici o i consumatori all’acquisto di un determinato prodotto, ivi compresa la distribuzione di materiale direttamente ai consumatori e le azioni pubblicitarie a essi rivolte nei punti di vendita.
  1. Sono considerate azioni pubblicitarie: la pubblicità sui giornali, riviste, a mezzo radio, televisione e internet; la cartellonistica, le sponsorizzazioni, il materiale pubblicitario, volantini, manifesti e altri stampati; la promozione delle vendite, le attività promozionali presso punti di vendita senza degustazione, i punti di informazione, le attività di pubbliche relazioni e i convegni.

Art. 3

Promozione del settore agroalimentare trentino

  1. La Provincia promuove, tra le altre misure, le seguenti iniziative a sostegno dei prodotti agroalimentari, conformemente al diritto dell’Unione europea:

a) azioni pubblicitarie;

b) azioni promozionali della commercializzazione;

c) campagne informative al consumatore/alla consumatrice;

d) misure volte all’attuazione dei programmi di controllo di qualità.

Le azioni promozionali possono essere eseguite anche tramite società in house o enti strumentali della Provincia o dipendenti della stessa cui sia stato attribuito il compito di promuovere le esportazioni, la vendita e la pubblicità a favore dei prodotti del Trentino e che in questo modo hanno la possibilità di coordinare e controllare le iniziative a sostegno dei prodotti agroalimentari di qualità.

Art. 4

Disposizione finanziaria

  1. Alle maggiori spese derivanti dall’attuazione dell’articolo 3 di questa legge, si provvede mediante specifico stanziamento derivante da stanziamenti specifici in sede di bilancio sulla missione 07 (Turismo), programma 01 (Sviluppo e valorizzazione del turismo), titolo 1 (spese correnti).
Precedente Successivo

Potrebbe interessarti anche